Ci vuole un tempo supplementare per interrompere la striscia positiva dell’UniPD Cus

Campionato di Promozione / Sesta  giornata andata

Pall. NOVENTA  67  -  CUS UNIPD  57 

Tabellino: Pancotti 18, Hueber 10, Malachin 7, Massarotti 6, Schiavon 5, Zambolin 4, Velco 2, Vigato 2, Pavan 2, Congi 1, Urzi, Baratella.  Allenatore: M. Caiolo, aiuto all.: Marco Schiavone.

 

Altra partita al cardiopalma per i bravi ragazzi dell’UniPD Cus guidati da coach Caiolo.

Venerdì scorso si giocava in quel di Noventa contro una squadra tosta che l’anno scorso militava in serie D e contro la quale è stato comunque necessario un tempo supplementare per chinare la testa.

Il Cus parte bene e fa suo il primo quarto (9 a 17) ma gli avversari trovano ben presto le misure fino a recuperare quasi tutto lo svantaggio e a chiudere il quarto a ridosso dei nostri ragazzi (26 a 28). Nonostante una discreta difesa, le percentuali in attacco dell’ Unipd Cus peggiorano di minuto in minuto mentre si alzano quelle del Noventa.

Dopo l’intervallo lungo  la squadra patavina si spegne sia in attacco che in difesa subendo un parziale pesante da digerire (20 a 8) e  chiude il quarto con un distacco di 10 (46 a 36). Nell’ultimo periodo il Cus ritrova mentalità e grazie ad un’invenzione di Pancotti sulla sirena impatta sul 53 pari.

OVERTIME!!!

Dopo il grande dispendio di energie, sia fisiche che mentali, per raddrizzare il match nell’ultimo quarto,  si evidenzia un calo netto nei ragazzi dell’Unipd Cus che subiscono un parziale di 14 a 4.

E’ questa una sconfitta che brucia parecchio – mi racconta il coach in seconda Marco Schiavone - ma che al tempo stesso evidenzia aspetti positivi:  34 palle recuperate in difesa, un dato da cui  ripartire cercando di concretizzare in attacco quello che di buono si fa in difesa!! Andiamo sempre avanti…alla prossima con fiducia!!” A queste parole, una nota di coach Caiolo “ Da non dimenticare che la squadra è più del 60% nuova rispetto all’anno scorso, un po’ più tecnica, ma c’ è ancora molto da fare… “

Infine va sottolineato  che la partita poteva essere chiusa sul  54 a 53 per il Cus se un piede troppo sulla linea non annullasse il canestro… ma il basket è anche questo…

E come ha detto il coach… c’è ancora da lavorare!!!!

Strada ce n’è ancora molta da fare, siamo ancora alle prime giornate. Duri allenamenti aspettano i bravi ragazzi dell’UniPD CUS perché tra pochi giorni un nuovo avversario li aspetta!

Venerdì prossimo 10 Novembre, ore 21:15,  tutti di nuovo sul parquet amico della palestra della Casa del Fanciullo in vicolo Santonini, 12, a difendere i colori bianchi e rossi dell’università Patavina contro la rappresentativa della Virtus Cave.

IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI!

FORZA UNIPD CUS PADOVA!

Paola Marini