Cus Antenore Energia, festa promozione rinviata

Il pareggio a Bondeno non è sufficiente, ma manca pochissimo

Ancora non è promozione matematica in A/1, ma manca pochissimo. Poteva essere il turno del ritorno nel massimo campionato di hockey prato per il Cus Antenore Energia, invece occorrerà aspettare almeno un’altra settimana. Ai ragazzi di coach Mirko Faggian non è stato sufficiente il pareggio per 3-3 in casa del Bondeno, secondo in classifica. O meglio, sarebbe bastato, visto che i punti di margine restano 9 quando mancano 3 giornate, e gli scontri diretti sono a favore degli universitari, vittoriosi per 7-1 all’andata. Ha però pareggiato anche l’altra seconda, il Villafranca (5-5 in casa del San Vito) e può, in linea teorica, ancora raggiungere in vetta i padovani.

La gara di ieri, in ogni caso, lascia un forte rammarico: il Cus conduceva il match per 3-0 con i gol di Maistrello, Zago e Sacco, ma si è fatto riagguantare a 5 minuti dalla fine. «E abbiamo fallito almeno una ventina di nitide occasioni da gol», sbotta il tecnico cussino. Ci si riproverà sabato prossimo alle 15 a Potenza Picena.

È invece andata decisamente peggio alla prima squadra femminile, travolta 6-0 a Pisa.