Cus Antenore Energia medaglia di bronzo in Coppa Italia

I ragazzi di coach Faggian chiudono la loro fantastica stagione sul podio nazionale

 

Una splendida medaglia di bronzo in Coppa Italia corona una stagione straordinaria. Il Cus Antenore Energia torna dalla final four di Roma con il terzo posto, ottenuto superando per 5-4 (doppietta di Sacco, Conforto, Ceolin e Maistrello) il Tevere Eur nella gara che assegnava l’ultima medaglia, dopo aver perso per 4-2 (De Vivo su corner corto e Zago su azione) la semifinale con l’Amsicora Cagliari, poi vincitrice del trofeo. Un risultato che pesa parecchio, se si considera che quella allenata da coach Faggian era la sola squadra arrivata a giocarsi la Coppa Italia provenendo dalla Serie A/2.

«C’è solo una cosa da dire: bravi tutti, davvero molto. E c’è persino un po’ di rammarico», commenta Mirko Faggian, «perché contro l’Amsicora eravamo avanti per 2-1 e abbiamo sprecato una comoda occasione per portarci sul 3-1. Poi un rigore un po’ dubbio ci ha tagliato le gambe, ma siamo comunque riusciti, sotto 3-2, a sfiorare il pareggio, subendo il quarto gol in modo sfortunato. Nella finale per il bronzo ci siamo rialzati alla grande dopo esserci trovati sotto di un gol, fino a volare sul 5-2, in una gara letteralmente dominata, più di quanto dica il risultato finale, colpendo anche un palo con Sacco e una traversa con Ferrante».

De Vivo, Griessel e Zago i migliori nel fine settimana che chiude una stagione lunga e ricca di soddisfazioni. Tra i momenti da ricordare, ovviamente, la vittoria del proprio girone di A/2, con la conseguente promozione nella massima serie, la vittoria nel Trophy Indoor e questa insperata medaglia nazionale. Alessandro Sacco ha inoltre dominato la classifica marcatori di A/2 con 31 gol e la miglior media di tutti i tornei italiani.

 

Nella foto un selfie di squadra per i ragazzi del Cus