La squadra di sciabola del Cus Padova Scherma è promossa in B/1 nazionale

Medaglia d’argento (con l’oro perso per una stoccata) ai campionati di B/2 di Casale Monferrato

 

Si ferma a un passo dal gradino più alto del podio la spedizione del Cus Padova ai Campionati Italiani di scherma di Serie B/2, che si sono tenuti lo scorso fine settimana a Casale Monferrato. L’argento vale comunque la promozione in B/1 della squadra di sciabola composta da Riccardo Cucati, Marco Calandro, Lorenzo Barbasetti di Prun e dalcapitano Marco Michelotto.

Sin dalla prima fase a gironi il quartetto ha dimostrato carattere, inanellando tre vittorie in totale tranquillità e presentandosi alla fase eliminatoria come secondo nella classifica generale. Ai quarti ha sbaragliato il Cus Pavia ipotecando la salvezza. L’ultimo ostacolo per la certezza di medaglia era quindi rappresentato dai veterani del Cus Siena, superati 45-41.

A quel punto, la finale contro il Pisa Scherma è iniziata nel migliore dei modi con due parziali di 7-0 e 5-0 firmati dalla coppia Michelotto - Barbasetti di Prun. La rimonta toscana ha però riportato gli avversari a una sola stoccata e poi al sorpasso. All’ultimo assalto Michelotto recupera prontamente due punti di svantaggio e porta il risultato sul 44 pari, poi arriva un’ultima decisiva stoccata a favore dei pisani, in un’azione che ha messo in difficoltà anche il collegio arbitrale.

Il Cus Padova si aggiudica un argento che lascia l’amaro di un titolo nazionale sfuggito davvero all’ultima stoccata, ma porta la soddisfazione di una squadra che era attesa in C/1 e si rivela invece all’altezza di competere in Serie B/1.

 

Nella foto il quartetto cussino sul podio di Casale Monferrato